quem mox in agro Calventiano, ubi in custodia habebatur, misere fecit occidi - lo fece infelicemente uccidere nel territorio di Calvenzano, dove era in prigionia

clic & compila online!

Notizie sui nostri eventi?

Compilando le tre righe qui sotto riceverai SOLO le notizie circa i nostri eventi, così sarai sempre aggiornat*
Please wait

Associazione Culturale "In Agro Calventiano" , via della Basilica · 20070  Vizzolo Predabissi (MI)

STATUTO

Titolo I · Costituzione – Denominazione – Sede – Durata


Art. 1) É costituita una associazione, senza scopo di lucro, denominata "In Agro Calventiano" - Associazione Culturale".

Art. 2) L’Associazione ha sede attualmente nel Comune di Vizzolo Predabissi in via della Basilica n. 8

Art. 3)  La durata dell’Associazione è a tempo indeterminato

Titolo II · Finalità e Scopi

Art. 4) L'Associazione Culturale "In Agro Calventiano" è un'organizzazione non lucrativa con finalità di utilità sociale che si prefigge lo scopo

di riunire persone ed enti che intendono operare in campo culturale, artistico e della valorizzazione del territorio, per promuovere e valorizzare il patrimonio rappresentato dalla Basilica di Santa Maria in Calvenzano sita in Vizzolo Predabissi.

In relazione a tale finalità l’Associazione si propone il raggiungimento dei seguenti scopi:

a) il mantenimento e la crescita di un’attività musicale nella Basilica attraverso la creazione del gruppo corale "Laudate Dominum"; b) la costituzione, il mantenimento e la crescita di un’attività culturale per la la promozione, la realizzazione e la partecipazione a manifestazioni, convegni, spettacoli a carattere culturale e musicale; c)  la divulgazione culturale e l’incremento delle capacità espressive attraverso iniziative formative organizzate in proprio o in collaborazione con Enti Pubblici e Privati (Comuni, Scuole, Circoli ricreativi e culturali, ecc.); d) la cura, la diffusione e/o la stampa di pubblicazioni inerenti le finalità associative, per mezzo di qualsiasi supporto tecnologico. Art. 5) L’Associazione può compiere, previa le autorizzazioni previste dalle leggi vigenti, tutte le operazioni mobiliari, immobiliari e finanziarie aventi pertinenza con gli scopi associativi, accettare donazioni, eredità, legati

Titolo III – Soci

Art. 6)  Possono essere soci dell’Associazione Culturale "In Agro Calventiano", le persone fisiche, gli Enti e le Associazioni non aventi scopo di lucro, in persona del loro rappresentante pro·tempore, che presentino domanda di iscrizione. Sull’accoglimento della domanda di iscrizione si pronuncia l’Assemblea dei Soci su parere del Consiglio Direttivo. La qualifica di "socio" si acquisisce con l’iscrizione nel libro dei soci. Il Socio ammesso è tenuto al pagamento della quota annua stabilita dal Consiglio Direttivo.

Art. 7) I Soci hanno diritto di: a) esprimere il proprio voto su tutti gli argomenti sottoposti all’assemblea, sia essa ordinaria che straordinaria; b) essere eletti a membri del Consiglio Direttivo.

Art. 8) La qualità di socio non è trasmissibile e si perde per recesso, morosità, esclusione dovuta a gravi motivi. Per il recesso e l’esclusione degli associati si osservano le norme contenute nell’articolo 24 del Codice Civile.

Titolo IV – Patrimonio e Proventi.

Art. 9) Il patrimonio ed i proventi sono costituiti: a) dai beni mobili ed immobili che diverranno di proprietà dell’Associazione; b) dai fondi di riserva costituiti con le eccedenze di bilancio; c) da eventuali erogazioni, donazioni, lasciti; d)  dalle quote sociali; e)  dagli eventuali proventi derivanti da manifestazioni o partecipazioni ad esse; f)  da contributi di Enti, Associazioni e privati; g) da altre entrate derivanti dallo svolgimento delle attività sociali per il raggiungimento degli scopi dell’Associazione; h) da interessi sul capitale e rendite sul patrimonio. É esclusa qualsiasi distribuzione, anche in natura, di utili e/o proventi fra i soci.

Titolo V – Assemblea dei Soci.

Art. 10)  L’assemblea è costituita da tutti i Soci, ciascuno dei quali dispone di un solo voto.

L’Assemblea dispone dei poteri per conseguire gli scopi sociali e pertanto delibera: a)  l’approvazione del bilancio consuntivo; b) l’approvazione del bilancio preventivo; c) la nomina dei componenti del Consiglio Direttivo in base al disposto dell’art. 17 dello Statuto; d) sugli argomenti posti all’Ordine del Giorno; e) sulle modifiche dello Statuto; f) sullo scioglimento dell’Associazione.

Art. 11) L’assemblea dei soci si riunisce in sessione ordinaria almeno una volta all’anno, entro quattro mesi dalla chiusura dell’esercizio sociale, per l’approvazione del bilancio consuntivo e di quello preventivo, per l’eventuale nomina delle cariche sociali e per ogni altro argomento posto all’Ordine del Giorno. Si riunisce in sessione straordinaria ogni qual volta il Consiglio Direttivo lo ritenga opportuno o ne sia fatta richiesta da almeno un decimo dei soci.

Art. 12) L’assemblea è convocata dal Presidente dell’Associazione mediante invito spedito ad ogni socio almeno 10 giorni prima di quello fissato per l’adunanza. Nell’invito dovranno essere indicati gli argomenti posti all’Ordine del Giorno, l’ora ed il luogo della riunione, sia essa in prima che in seconda convocazione.

Art. 13) L’assemblea ordinaria è regolarmente costituita in prima convocazione con la presenza di almeno la metà dei soci e, in seconda convocazione, qualunque sia il numero dei soci presenti. Le deliberazioni sono prese a maggioranza assoluta. Nelle deliberazioni relative all’approvazione del bilancio consuntivo ed in quelle che riguardano la loro responsabilità i componenti del Consiglio Direttivo non hanno diritto di voto.

Art. 14) Per le modifiche dello Statuto occorre il voto favorevole della maggioranza dei soci presenti in assemblea; per deliberare lo scioglimento dell’Associazione occorre il voto favorevole dei tre quarti dei soci presenti in assemblea.

Art. 15) L’assemblea nomina il Presidente ed il Segretario ed eventualmente tre scrutatori per le operazioni di voto.

Titolo VI – Amministrazione e Rappresentanza.

Art. 16) L’Associazione è amministrata da un Consiglio Direttivo, nominato dall’Assemblea e composto da un numero di Soci compreso fra 5 e 7. Il Consiglio Direttivo dura in carica tre anni e i membri sono rieleggibili. Se durante il triennio vengono a mancare uno o più componenti, e purché ne resti in carica la maggioranza, il Consiglio provvede alla loro sostituzione con altri associati fino alla prima assemblea. Le funzioni di Consigliere sono svolte gratuitamente.

Art. 17) Il Consiglio nomina fra i sui componenti un Presidente ed un vice Presidente, un Segretario ed un Tesoriere. Il Presidente, ed in caso di sua assenza o impedimento il Vice Presidente, ha la rappresentanza dell’Associazione di fronte ai terzi ed in giudizio.

Art. 18) Il Consiglio Direttivo è l’Organo esecutivo delle deliberazioni dell’Assemblea dei Soci e può deliberare su tutte le materia non specificamente riservate alla competenza dell’Assemblea dei Soci. Il particolare il Consiglio Direttivo: a) redige i bilanci consuntivi e preventivi, con le relazioni annuali, da sottoporre all’Assemblea dei Soci; b) predispone l’indirizzo e lo svolgimento elle attività sociali in esecuzione ai deliberati dell’Assemblea; c) trasmette, eventualmente, per opportuna conoscenza, gli atti all’Amministrazione Comunale.

Art. 19) Il Consiglio Direttivo è convocato su iniziativa del Presidente o quando ne sia fatta richiesta da almeno tre consiglieri. Le sedute del Consiglio sono valide con la presenza della maggioranza dei Consiglieri in carica e le deliberazioni sono prese a maggioranza dei voti espressi. In caso di parità prevale il voto del Presidente. Le funzioni di Presidente, Vice Presidente, Segretario e Tesoriere sono svolte gratuitamente.

Titolo VII – Esercizio sociale.

Art. 20) L’esercizio sociale ha inizio il 16 giugno e termina il 15 giugno dell’anno successivo. Il bilancio consuntivo dell’esercizio, unitamente alle relazioni esplicative, deve essere depositato presso la Sede dell’Associazione almeno dieci giorni prima della data fissata per la convocazione dell’Assemblea Ordinaria.

Titolo VIII – Scioglimento.

Art. 21) Nel caso di scioglimento dell’Associazione, deliberato dall’Assemblea dei Soci con le maggioranze previste dall’art. 15, 2° comma, dello Statuto, il patrimonio residuo dell’Associazione, osservate le disposizioni di Legge, sarà devoluto secondo le norme che saranno stabilite dall’Assemblea stessa escludendo in ogni caso la ripartizione fra i soci.

Titolo IX – Disposizioni generali

Art. 22) Per quanto non espressamente contemplato nel presente statuto e per eventuali rapporti con Organi della Pubblica Amministrazione si osservano le norme del Codice Civile e le Leggi speciali in materia.

 

 

 

Sostieni inAgroCalventiano con una donazione:

Bonifico bancario su

CREDITO COOPERATIVO CASSA RURALE CARAVAGGIO ADDA E CREMASCO

IBAN:IT 21 G 08441 34200 000000700079

Intestazione: Associazione Culturale in agro calventiano

Causale: Contributo alle attività dell'associazione