quem mox in agro Calventiano, ubi in custodia habebatur, misere fecit occidi - lo fece infelicemente uccidere nel territorio di Calvenzano, dove era in prigionia

Informatemi!

clic & compila online!


inAgroCalventiano è membro di

clic sul logo per raggiungere il sito


 la Basilica è posta sulla

clic sul logo per raggiungere il sito


 

L'Orchestra svizzera d'Archi ZHDK e Anastasiya Petrishack hanno lasciato la loro mirabile scia tra noi! Dopo Cremona e Crema sono arrivati in Santa Maria in Calvenzano e proseguiranno il loro tour a Novara, Bologna e Ferrara.

In una basilica gremita come non mai, dieci minuti prima dell'inizio abbiamo dovuto necessariamente chiudere le porte per raggiunti limiti di sicurezza, abbiamo potuto ascoltare LA musica. La scia luminosa lasciata da Anastasya, sostenuta dagli altrettanto validissimi concertisti della ZHDK diretti da Rudolf Koelman, resterà nel ricordo di chi ha avuto la fortuna di partecipare a uno dei più intensi concerti che la basilica ricordi.

Sugli interpreti non possiamo dire altro: basta leggere la stampa qualificata per poterne apprezzare ancor più il livello.

Un concerto gratuito, in tutti i sensi, è il più bel regalo che potessimo ricevere, inAgroCalventiano e tutti voi!

foto V. Sanavia

Un evento del genere capita tuttavia una volta ogni... Se solo potessimo organizzare un concerto simile almeno una volta l'anno... inAgroCalventiano non ha fondi, non riceve sussidi, non è sufficientemente "grande" per ottenere contributi statali o europei. Il nostro continua testardamente ad essere puro volontariato. Siamo terribilmente soddisfatti, ci sia concesso almeno questo, di quello che negli ultimi tre anni siamo stati in grado di realizzare. Desideriamo che si possa respirare cultura per valorizzare adeguatamente l'altra "mirabilia" che abbiamo, ovvero la Basilica.

Se solo qualcuno vedesse l'opportunità che stiamo costruendo e decidesse di sponsorizzare queste attività...

 

Per prolungare il contatto con Anastasiya Petrishak e l'Orchestra d'Archi ZHDK diretta da Rudolf Koelman

https://www.youtube.com/channel/UCesIyjNl1gwU5aCC-Iyplow

https://www.zhdkstrings.com/

 

Annunciata in diretta nazionale su RadioRai (ascoltate la notizia qui sotto!) la Parrocchia di Santa Maria in Calvenzano e inAgroCalventiano, sono onorati di ospitare il concerto per violino e orchestra di Anastasiya Petryshak! Acclamata in tutto il mondo, si è esibita con le migliori orchestre, collabora stabilimente con Andrea Bocelli, ha suonato per il Papa, collabora col Museo del Violino di Cremona potendo suonare i Guarneri, gli Stradivari, ha potuto suonare il Cannone di Paganini...

... e dopo Cremona e Crema il suo tour raggiunge Vizzolo per poi continuare con i concerti di Novara, Bologna e Ferrara!

ingresso Gratuito, ma... meglio esser previdenti e arrivare per tempo: i posti non sono illimitati e questo concerto è davvero un evento unico per Milano e provincia

l'occasione per chi non conosce la Basilica di goderne, l'occasione per chi conosce Anastasiya Petryshak di ascoltarla dal vivo accompagnata dalla ZHDK Orchestra!

 

Frammento dell'intervista a RadioRai il 13 ottobre 2018

 

Realizzata per celebrare i vent'anni dalla dedicazione della Basilica di Santa Maria in Calvenzano. Un bene prezioso che ha attraversato il millennio scorso, prolungando il valore dell'arte e della spiritualità cluniacense oltre i diversi momenti della Storia. Un bene che si è scontrato con un lungo periodo di decadenza, per essere riscoperto e restituito all'uso liturgico, tornando oggi a splendere grazie a grandi opere di restauro. Il Cardinale Carlo Maria Martini fu colui che di più credette nel valore di questa riscoperta e, accogliendo le reiterate richieste di don Carlo Grammatica, parroco dell’epoca, e dei fedeli, incaricò poi don Angelo Zardoni di supervisionare il restauro.

Una mostra "diffusa": quattro installazioni ai crocicchi del paese e un'installazione in basilica.

L’esibizione completa si compone di dodici pannelli, il cui allestimento è stato realizzato grazie a Intea srl. Le immagini provengono dal primo Novecento e dalla fine del secolo scorso, ai tempi degli ultimi due restauri. Spiccano gli esterni e il degrado degli interni, l'affresco e il portale, le tramezze e l'altare, a rappresentare un patrimonio culturale che vorremmo sempre più  conosciuto e condiviso.

 

Incaricata dalla Parrocchia, l'associazione culturale inAgro Calventiano ha accolto con entusiasmo il compito di realizzare la Mostra

La raccolta delle immagini proviene daI lavoro di ricerca delle architette Rossana Beghi, Alessandra Bracchi e Laura Robbiati. La raccolta di fotografie, la maggior parte scattate da loro stesse, in parte acquisite dall'architetto Sala e altre ancora riprese dal Civico Archivio Fotografico di Milano, è infine stata repertata, archiviata e adeguatamente ripresa attraverso un lavoro di digitalizzazione ed è offerta oggi, e nei prossimi tempi, alla memoria di ciascuno per alimentare il bene comune.

   
   00000007

 

 

Sostieni inAgroCalventiano con una donazione:

Bonifico bancario su

CREDITO COOPERATIVO CASSA RURALE CARAVAGGIO ADDA E CREMASCO

IBAN:IT 21 G 08441 34200 000000700079

Intestazione: Associazione Culturale in agro calventiano

Causale: Contributo alle attività dell'associazione